Il dentista pediatrico, l’importanza di curare i denti dei bambini

Per i bambini, come per tutti gli esseri umani, la bocca e i denti sono parti del corpo importanti e piuttosto sensibili. È lì, infatti, che si sviluppano alcune funzioni di vitale importanza, come la masticazione, la deglutizione, l’articolazione dei suoni (e quindi della parola). Questo significa che una bocca sana e una dentatura in salute contribuiscono in maniera decisiva allo sviluppo del bambino, sia dal punto di vista fisico che cognitivo.

La conseguenza di questa premessa è evidente: bisogna insegnare fin da piccoli ai bambini a prendersi cura dei propri denti, pulendoli regolarmente e bene. La prima visita la si può fissare anche prima che cominci il cambio della dentizione. E da quel momento in poi è bene farsi vedere regolarmente dal dentista.

Quando è necessario portare i bambini dal dentista

Lo specialista in odontoiatria pediatrica segue lo sviluppo dei denti da quando spuntano, durante i primi mesi di vita, fino ai 16 anni. Quindi, le problematiche che può trovarsi ad affrontare sono molte:

  • carie;
  • pulpite
    (infiammazione della polpa del dente);
  • ascesso;
  • sindrome da biberon
    (o carie dei denti da latte).

Chi ha paura del dentista per bambini?Lo scoglio della prima visita


Uno degli obiettivi principali del pedodontista è quello di crescere pazienti che non abbiano paura del dentista e che quindi imparino ad avere cura dei loro denti sin dalla più tenera età. Nella costruzione di questa fiducia, la prima visita rappresenta un momento fondamentale. Bisogna subito rompere il ghiaccio e il resto del cammino sarà in discesa.

Lo studio è già un elemento che fa la differenza. La sala dove si fanno accomodare i piccoli pazienti deve essere accogliente e calda, per consentire di instaurare subito un rapporto di simpatia e fiducia tra dentista e bambino. Importantissima è anche la collaborazione dei genitori, sia al momento della prima visita, sia durante i giorni precedenti, con delle piccole attenzioni “preparatorie”.

Via il dolore con la sedazione inalatoria

La vera carta vincente, però, è riuscire a eliminare il dolore, principale causa dell’antipatia che un dentista può suscitare nei bambini. Ma si possono curare i denti dei bambini senza dolore? La risposta è sì. Nello Studio Puzzilli abbiamo scelto di adottare la sedazione inalatoria. È un metodo sedativo assolutamente efficace e sicuro, che facilita il lavoro sui denti da parte dello specialista e rasserena il bambino.

Si tratta semplicemente di far respirare il piccolo paziente attraverso una mascherina profumata, da cui fuoriesce una miscela di ossigeno e protossido di azoto. Il bambino rimane vigile e collaborativo ma estremamente tranquillo. Poi, una volta finito l’intervento, gli viene fatto respirare ossigeno puro e l’effetto sedativo svanisce.

Fissa un primo appuntamento gratuito

Studio di RomaStudio di Roma