Denti Piccoli? La soluzione per ingrandirli sono le faccette

Denti piccoli possono rendere il sorriso poco armonioso, oltre che creare qualche problema di malocclusione. Il problema, però, è facilmente risolvibile con l’utilizzo delle faccette in ceramica, che permetto di restituire al dente troppo piccolo la grandezza corretta.

Denti piccoli e sorriso

Quando vediamo un bel sorriso, ciò che cattura il nostro sguardo è una serie di fattori che lo rendono estremamente gradevole. Un ruolo centrale lo giocano, senza dubbio, le labbra, morbide e carnose. Anche le gengive fanno la loro parte, se di un rosa tenue e non troppo visibili. I veri protagonisti, però, sono i denti che devono essere bianchi, dritti e della giusta dimensione.

Leggi anche: Le gengive ritirate

Proprio la grandezza dei denti è spesso sottovalutata come criterio estetico, ma in realtà gioca un ruolo chiave. Pensate a un sorriso caratterizzato da incisivi grandi, magari un po’ sporgenti, cioè i cosiddetti denti da coniglio. Oppure alle persone con denti troppo corti o, al contrario troppo lunghi. Ci sono poi i casi di denti piccoli, che hanno ridotte dimensioni sia in lunghezza che in larghezza. Spesso, questa caratteristica si associa anche a un eccessivo distanziamento tra i singoli denti, che si trovano collocati in uno spazio troppo ampio per loro. A volte, denti corti o piccoli possono essere una conseguenza di fenomeno di consumazione. Spesso, invece, si tratta di una forma naturale, di origine genetica. Il risultato è comunque un sorriso dall’aspetto non proprio gradevole. Ecco perché molti di coloro che hanno questo problema si rivolgono a un dentista specializzato in estetica dentale per risolverlo.

Leggi anche: La limatura dei denti

Correggere i denti piccoli con le faccette

Per ingrandire i denti ci sono diverse strade possibili, accomunate da un unico obiettivo: ampliare la superficie visibile del dente. Come farlo dipende dalla situazione specifica del paziente e anche dalle sue esigenze.

Una prima soluzione è costituita dalla ricostruzione con materiale composito, utilizzata soprattutto quando è necessario compensare la mancanza di piccole porzioni di dente. Un’alternativa, invece, è rappresentata dalle capsule dentali, delle protesi che avvolgono il dente e lo allargano.

Terza via: le faccette dentali. Ad oggi, questa è la soluzione più richiesta, perché molto efficace sia sul piano estetico che funzionale, oltre ad essere meno invasiva della corona. Le faccette, infatti, altro non sono che delle sottili lamine in ceramica (dette veeners) che si applicano sulla superficie esterna del dente, utilizzando un apposito collante. Le faccette sono disponibili in diverse sfumature di bianco, in modo da adattarsi perfettamente al colore naturale dei denti, che è estremamente personale. Questo permette di raggiungere un risultato estetico impeccabile: ci sono ma nessuno le nota.

Denti dritti con l’apparecchio