Denti storti, le faccette dentali come alternativa all’ortodonzia 

Le faccette dentali possono rappresentare una buona soluzione per trattare denti storti. Quando il disallineamento non è particolarmente grave, infatti, può essere preferibile l’applicazione dei veeners piuttosto che un trattamento di ortodonzia.

Se si potesse fare una classifica dei problemi che i pazienti portano all’attenzione del loro dentista, quello di avere la bocca rovinata dalla presenza di denti storti è sicuramente tra i più diffusi e sentiti. Un sorriso con denti non bene allineati, infatti, perde in personalità. Allo stesso tempo, le faccette dentali rappresentano uno dei trattamenti più amati e più richiesti. Le due cose possono stare insieme? Le faccette estetiche c’entrano qualcosa con i denti storti? La risposta è sì. Vediamo perché.

Denti storti: un problema con diverse soluzioni 

Avere denti storti non è un problema puramente estetico. Di sicuro, la componente “visiva” pesa, è un bel sorriso può essere un ottimo volano di autostimo e fiducia in sé. Ma denti non allineati significano difetti di masticazione e una serie di problemi che, a cascata, possono minare il benessere generale del corpo. Basta pensare alle tante implicazioni che ci sono tra le diverse forme di malocclusione (cioè quando la bocca si chiude male, a causa di un particolare contatto tra le arcate dentali) e la postura, il mal di schiena, il mal di testa, o addirittura i fastidi agli occhi e alle orecchie (acufeni).

Quindi se si hanno denti storti (tanto o poco conta relativamente) bisogna intervenire. Di solito, la soluzione che a tutti viene in mente per prima è l’ortodonzia, l’apparecchio. Una parola che evoca alla mente imbarazzanti bocche adolescenziali attraversate da fili di ferro. Per fortuna non è più così. Ormai esistono efficaci apparecchi capaci di scomparire in bocca, come quelli linguali o quelli mobili invisibili del tipo Invisalign. Esiste, però, un’altra possibilità: le faccette estetiche.

Faccette estetiche su denti storti: quando, come e perché 

Infatti, molto utilizzate nell’estetica dentale per svariate applicazioni, le faccette dentali possono essere un’opportunità anche per l’allineamento della dentatura. Applicando i veeners in ceramica sulla superficie dei denti, infatti, si andranno a compensare i difetti esistenti, con una resa perfetta alla vista. Ovviamente non tutti i casi possono essere trattati in questo modo. La condizione necessaria è che si tratti di un disallineamento di lieve entità.

L’applicazione avviene secondo le regole generali di questo tipo di trattamento. Nella prima fase si prende l’impronta dentale, per poter valutare bene come applicare le faccette. Una volta progettato l’intervento, si possono preparare i denti, con una leggera limatura. Poi la superficie dentale viene pulita e si procede all’applicazione della resina adesiva su cui poi vanno i veeners. Molta attenzione deve essere prestata alla scelta del colore, che deve rispettare quello dei denti naturali.

Tutto quello che c’è da sapere sulle faccette dentali estetiche

A questo punto, qualche prova e verifica per controllare che tutto sia a posto e il nuovo sorriso, fatto di denti dritti, è pronto. Guardarlo allo specchio sarà un piacere. Masticare meglio sarà una soddisfazione altrettanto forte.