Denti storti, cause e rimedi per tornare a sorridere 

I denti storti sono tra i difetti del sorriso che più mettono in imbarazzo. E sono anche una minaccia per la salute, sia della bocca che di tutto il corpo. Le cause che possono portare ad avere una dentatura storta sono molteplici. Di sicuro, però, è bene intervenire e farlo tempestivamente. Le possibilità sono tante, a seconda della gravità del problema: dall’ortodonzia classica (fissa o mobile) all’apparecchio invisibile (Invisalign) fino all’intervento con le faccette estetiche.

Denti dritti e bianchi. Sono queste le due caratteristiche fondamentali che rendono affascinante un sorriso. Tutti, infatti, aspirano ad avere una dentatura allineata e splendente, sinonimo di bellezza e salute. Avere a che fare con denti storti, quindi, può causare molto imbarazzo, oltre che problemi fisici a tutto il resto del corpo.

Convivere con i denti storti, tra estetica e salute 

Quando si parla di denti storti si fa riferimento ad una casistica estremamente ampia. In questa definizione, infatti, rientrano problematiche anche molto diverse tra loro. Vi rientrano, ad esempio, i casi di affollamento dentale, il cosiddetto canino incluso così come tutte le forme di difetti del morso. Alcune di queste irregolarità della dentatura risultano particolarmente fastidiose e incidono negativamente sulla qualità della vita.

Leggi anche: La malocclusione dentale

Da cosa sono causati i denti storti

Prima di analizzare le conseguenze dei denti storti, però, è bene capirne le cause. Molto spesso, i difetti del sorriso hanno delle origini genetiche, come nel caso dell’affollamento, del mal posizionamento, o delle mascelle troppo piccole. In altre circostanze, i denti storti sono conseguenza di patologie piuttosto serie: perdita dei denti, gengivite cronica, malattia parodontale cronica, tumori mandibolari e tumori della bocca.
Anche il bruxismo, cioè l’abitudine a serrare e a digrignare i denti, ha le sue responsabilità, così come gli errori dei dentisti, quando realizzano otturazioni o incapsulamenti scorretti.

Nel caso dei bambini, poi, tra i motivi scatenanti più frequenti dei denti storti ci sono alcune pessime abitudini che i genitori tendono a non contrastare: succhiare il pollice, utilizzare eccessivamente il ciuccio, bere con il biberon dopo i tre anni.

Le conseguenze negative di una dentatura storta 

I denti storti sono senza dubbio un problema estetico. Una dentatura non allineata può essere motivo di profondo imbarazzo, fino a tramutarsi in un vero e proprio ostacolo nella costruzione di relazioni personali serene. Chi non riesce ad accettare la propria bocca tende a chiudersi, ad essere timido, a non sorridere per paura di scoprire un punto debole. In casi estremi, poi, la dentatura storta può anche alterare i tratti del viso, e la situazione si fa ancora più complessa.

Molto peggiori, però, sono i problemi di salute che una dentatura storta può provocare:

  • Problemi digestivi (scorretta masticazione);
  • Problemi respiratori (impossibilità di chiudere bene la bocca);
  • Problemi di articolazione del linguaggio;
  • Dolori alla faccia e al cranio (mal di testa, acufeni, ecc);
  • Squilibri posturali;
  • Problemi di igiene orale (denti più difficili da lavare bene);
  • Fragilità dentale.

Come raddrizzare i denti storti: rimedi e soluzioni 

Vista l’importanza dei problemi che possono creare, è bene adoperarsi tempestivamente per raddrizzare i denti storti. Le strade percorribili, per fortuna, sono molte e dipendono dalla gravità della situazione e dalle cause. Si può scegliere la via dell’ortodonzia, che può essere tradizionale (fissa o mobile) oppure trasparente (sul modello di invisalign). Altrimenti, un altro possibile rimedio ai denti storti è l’applicazione delle faccette estetiche.

In ogni caso, prima di scegliere quale soluzione adottare, l’odontoiatra deve effettuare una diagnosi precisa delle condizioni del paziente e degli obiettivi che si possono raggiungere.

L’ortodonzia tradizionale, fissa e mobile 

L’ortodonzia tradizionale è la risposta più classica ad un problema di dentatura storta. È il cosiddetto “apparecchio”, che può essere fisso o mobile (le due modalità possono anche alternarsi nel tempo, durante il trattamento). Il principio d’azione è molto semplice, gli elementi che compongono l’apparecchio sottopongono i denti storti ad una pressione graduale ma costante, che li riconduce nella posizione ottimale.

I servizi di ortodonzia dello Studio Puzzilli

Invisalign, l’apparecchio invisibile per denti storti

Un principio analogo agisce anche nell’applicazione di soluzioni di ortodonzia invisibile per i denti storti, come gli apparecchi Invisalign. Il vantaggio, in questo caso, è la perfetta resa estetica. Le mascherine trasparenti, infatti, non si notano e non creano problemi nel linguaggio. Risultano, così, molto meno invasive di un apparecchio classico.

I servizi di ortodonzia invisibile dello Studio Puzzilli

Raddrizzare denti storti senza apparecchio: le faccette dentali

Anche le faccette dentali possono rappresentare una soluzione per chi ha denti storti. L’azione, però, è diversa rispetto all’ortodonzia. Applicando le faccette estetiche, infatti, non si raddrizzano i denti, ma se ne modifica l’aspetto esteriore. La dentatura, quindi, sembrerà dritta, pur senza essere stata realmente spostata.

Scopri di più sulle faccette dentali estetiche