Veder comparire delle carie già sui dentini da latte del proprio bambino è motivo di grande preoccupazione per mamma e papà. Se poi le carie si moltiplicano l’allarme diventa molto serio. In questi casi, si parla di Sindrome da Biberon (o Baby Bottle Syndrome), vera e propria patologia causata da poca igiene orale e da alcune cattive abitudini legate appunto al biberon (e al ciuccio). Come rimediare?

Bambina con biberon a letto

Sindrome da Biberon, cos’è e perché non va trascurata 

Possono il biberon e il ciuccio essere la causa delle carie ai denti? Purtroppo sì. Ovviamente non sono loro i diretti responsabili, ma il modo in cui vengono utilizzati. È il caso della cosiddetta Sindrome da Biberon, conosciuta anche come Baby Bottle Syndrome. Una patologia a tutti gli effetti, che comporta la comparsa di diverse carie sui denti da latte. Si manifesta, allo spuntare dei primi dentini, in bambini molto piccoli, anche al di sotto dei 4 anni.

La Sindrome da Biberon è una malattia molto più diffusa e molto più seria di quanto si possa pensare, perciò non bisogna trascurarla. I dentini cariati sono un problema che va affrontato. Pensare che non ci sia da preoccuparsi perché sono destinati a cadere è sbagliato.

Leggi di più: I dentini cariati, cosa fare

Le cause delle carie ai denti da latte: cattive abitudini e poca igiene orale 

Dietro al manifestarsi delle carie sui denti di bambini così piccoli ci sono delle cattive abitudini che i genitori tendono a concedere ai figli. Le cause della Sindrome da Biberon, infatti, sono legate a un uso sbagliato del biberon e del ciuccio. Ad esempio, molti bambini sono abituati ad addormentarsi attaccati al loro biberon pieno di latte. Altri si tranquillizzano solo quando gli viene dato un ciuccio cosparso di zucchero. Abitudini assolutamente non sane, che vanno evitate.

L’altro problema è legato alla scarsa igiene orale. Lavare i denti ad un bimbo, o insegnargli a farlo da solo, può essere molto complicato. Spazzolino e dentifricio danno fastidio, non sono “giocattoli” che piacciono. Però è una buona abitudine che va introdotta nella vita dei figli fin da subito, perché li tiene al riparo da tantissimi disturbi.

Qualche consiglio per insegnare ai bambini a lavarsi i denti

Sindrome da biberon

Come si cura la Sindrome da Biberon 

In odontoiatria, come in tutta la medicina, prevenire è sempre meglio che curare. Nel caso della Sindrome da Biberon questo principio vale anche doppio, perché purtroppo una vera e propria cura non c’è, non si può tornare indietro. Certo, si può andare dal dentista e valutare l’estrazione o la rimozione della carie, ma il dente non tornerà sano come prima.

Ecco perché è la prevenzione la vera cura della Sindrome da Biberon. E le regole da seguire sono davvero poche:

  • Niente cattive abitudini: via il biberon la notte, o al massimo riempito di sola acqua, e niente zucchero (o altre sostanze simili) sul ciuccio;
  • Curare l’igiene orale: i denti dei bambini, anche quando piccolissimi, vanno lavati almeno una volta al giorno;
  • Alimentazione sana: la presenza di sostanze zuccherine va ridotta al minimo, ne beneficeranno non solo i denti, e i dolci è meglio sostituirli (in parte) con tanta buona frutta (e verdura).

Il dentista dei bambini – Scopri di più