L’ortodonzia intercettiva, cioè l’apparecchio per denti applicato in età pediatrica, è un’attività di prevenzione fondamentale. Permette di corregge i difetti dentali nei bambini ed evitare che si trasformino in malocclusioni in età adulta. L’ortodonzia precoce, inoltre, è meno “faticosa” e più efficace, proprio perché interviene nella fase di sviluppo osseo.

Le basi per denti sani e dritti si pongono da bambini. Un adulto con denti storti, infatti, è spesso il frutto di trascuratezza in età pediatrica, cioè in quella delicata fase in cui le ossa (anche quelle del cranio) si sviluppano. Quindi, rivolgersi ad un dentista per valutare un trattamento di ortodonzia intercettiva significa lavorare per prevenire. Ed è sempre meglio che curare. Anche perché, con l’ortodonzia precoce, è spesso più semplice e più rapido risolvere i problemi. Un apparecchio per denti su un bambino ha molto più potenziale di azione che su un adulto.

Ortodonzia precoce, quando la prima visita?

I denti da latte, di solito, spuntano tutti entro i primi tre anni di vita del bambino e iniziano a cadere intorno ai sei anni. Questo significa che un buon momento per effettuare una prima visita specialistica che valuti la situazione è intorno ai 5 anni. È una fase importante e critica, perché lo sviluppo scheletrico è in piena attività. Sono quindi già visibili alcuni elementi della conformazione della mandibola che permettono di identificare delle possibili cause per future malocclusioni.

Ortodonzia intercettiva e problemi di tipo scheletrico

Le terapie ortodontiche intercettive hanno senso soprattutto nei casi di problemi scheletrici. Le ipotesi più ricorrenti in cui un trattamento di ortodonzia in età pediatirca è utile sono:

Inoltre, questi trattamenti possono essere anche molto utili per guidare l’eruzione dei denti definitivi.

Un apparecchio sui denti da latte?

A questo punto la domanda può sorgere spontanea: ma si applica un apparecchio sui denti da latte? La risposta è sì e non c’è nulla di strano. Ovviamente si tratta di apparecchi diversi rispetto a quelli previsti per gli adolescenti o per gli adulti. I più utilizzati, infatti, sono gli apparecchi funzionali ortopedici, in alcuni casi con trazione extraorale. Si tratta prevalentemente di apparecchi mobili, che agiscono a livello scheletrico e non direttamente sui denti.

I nostri servizi di odontoiatria per bambini