Invisalign, l’apparecchio trasparente per denti perfetti 

L’apparecchio trasparente e rimovibile Invisalign è ormai una delle soluzioni di ortodonzia più richieste dai pazienti e più utilizzate dai dentisti. Garantisce un sorriso con denti perfetti ed è esteticamente invisibile. Inoltre, agisce rapidamente, non causa dolore e garantisce ampia libertà durante il trattamento. E non ha un costo proibitivo, come molti pensano. In questa breve guida, tutte le informazioni essenziali e le risposte alle domande più frequenti.

Invisalign, come funziona l’apparecchio invisibile

Tutti parlano di Invisalign. Tutti lo vogliono (qui il sito ufficiale). Cos’è? Semplice: un apparecchio per raddrizzare i denti. Ma con una caratteristica unica che lo rende molto desiderabile: è completamente invisibile. C’è ma non si nota, perché è costituito da due mascherine trasparenti, personalizzate e rimovibili, che si adattano perfettamente alle arcate dentali. Quindi niente più placchette metalliche o fili che attraversano la bocca, addio ai sorrisi color acciaio che hanno imbarazzato tanti adolescenti.

Il procedimento che porta alla creazione di un apparecchio Invisalign è piuttosto semplice. Durante la prima seduta, il dentista acquisisce l’impronta della bocca del paziente, con uno specifico scanner 3D. Questo consente di realizzare immediatamente una simulazione tridimensionale del risultato finale che si andrà ad ottenere con l’ortodonzia trasparente. Sulla base di questa “fotografia” vengono poi realizzate le mascherine su misura (aligner), che periodicamente vanno cambiate, per adattarle ai progressi. È bene precisare che gli aligner di invisalign sono rimovibili, ma vanno comunque portati per molte ore (più avanti scendiamo nei dettagli).

Scopri i nostri servizi di Odontoiatria Invisibile

Apparecchio Invisalign

I difetti che si possono correggere con un apparecchio trasparente Invisalign

L’estetica impeccabile non è l’unico pregio capace di spiegare il successo del trattamento Invisalign. Il vero valore aggiunto sta nei risultati: che sono rapidi e molto soddisfacenti. Sono tante le problematiche dentali che possono essere risolte con un apparecchio invisibile. A patto che dietro ci sia un dentista esperto e competente.

In particolare, questa soluzione di ortodonzia trasparente può essere utile per affrontare casi di:

  • affollamento dentale;
  • spaziatura eccessiva;
  • morso crociato;
  • morso inverso;
  • morso aperto;
  • morso profondo.

Per adulti e per bambini, a ciascuno il suo trattamento Invisalign 

A seconda del tipo di intervento necessario e dell’età del paziente, esistono diverse tipologie di trattamento:

  • Invisalign Full, per affrontare i casi di affollamento e malocclusioni più gravi;
  • Invisalign Lite, per le casistiche più lievi (piccoli movimenti);
  • Invisalign Teen, pensato appositamente per i bambini e per gli adolescenti.

Quanto costa un apparecchio invisibile

Sul prezzo di un trattamento effettuato con l’apparecchio trasparente Invisalign ci sono vere e proprie leggende metropolitane. Il fatto che sia una soluzione estetica di gran pregio e che molti vip la scelgano per sistemare il sorriso, fa pensare che abbia un costo proibitivo. In realtà non è affatto così.

L’ortodonzia realizzata con le mascherine invisibili costa più o meno come quella tradizionale. Allo stesso modo, quindi, non è possibile parlare di prezzi in modo generico, ma è necessario realizzare un preventivo su misura, che tenga conto in maniera precisa delle problematiche su cui si deve intervenire.

Prenota una prima visita gratuita (Roma e Milano)

Tutto quello che c’è da sapere su Invisalign | Le domande più frequenti

Facendo una rapida ricerca su Google, ci si rende conto che l’apparecchio Invisalign rappresenta un argomento molto discusso. Tantissime persone sono interessate e navigano online alla ricerca di informazioni più precise, per farsi un’idea su cosa comporti questo trattamento. Qui di seguito sono raccolte le domande più frequenti e le relative risposte. Questo è davvero tutto quello che c’è da sapere su questi innovativi apparecchi per denti.

Quante ore bisogna portarlo? 

Solitamente si raccomanda di tenerlo in bocca almeno 22 ore al giorno. Essendo completamente invisibile, non crea problemi nella vita sociale e quotidiana, quindi ci si può limitare a rimuoverlo solo quando si deve mangiare.

Quanto dura il trattamento?

Dipende dal difetto che si deve correggere e da quanto si è ligi al dovere (vedi domanda precedente). In linea di massima, però, non si superano i 3 mesi.

Durante il trattamento si accusa dolore? 

No, nessun dolore. Solo una sensazione di pressione e di leggero fastidio, durante i primi giorni, dovuta all’assestamento dei denti che cominciano a muoversi.

Si accusano problemi nel parlare e nel pronunciare le parole? 

Solo nei primissimi momenti dopo che lo si è indossato. Basta dare il tempo a lingua e palato di reagire e adattarsi e ogni fastidio scompare.

Come si tolgono e come si mettono le mascherine? 

Niente di più semplice, si sfilano con naturalezza, perché non hanno agganci particolari.

Cosa posso mangiare? 

Assolutamente nulla. Neanche una mollica. Quando si deve mangiare, le mascherine vanno sfilate. Soprattutto nei primi giorni, è consigliabile rimuoverle almeno 10 minuti prima del pasto, per lasciare il tempo ai denti di abituarsi alla “libertà”.

Cosa posso bere? 

Le mascherine consentono tranquillamente di bere, però è meglio evitare bevande colorate, come il caffè o il vino rosso, o molto zuccherate, come tutte le bibite gassate. In quei casi è consigliabile sfilare l’apparecchio e poi rimetterlo.

Come si puliscono le mascherine? 

Proprio come i denti, spazzolino e dentifricio. Bisogna spazzolare sia l’interno che l’esterno, ogni volta che si toglie e rimette.

Prenota una prima visita gratuita (Roma e Milano)

 

Pulizia apparecchio trasparente