Come lavare i denti, gli errori più comuni e i consigli degli esperti

Imparare a pulire bene i denti è fondamentale per mantenere una buona igiene orale e salvaguardare il sorriso da carie e altri problemi. Ma quante volte al giorno bisogna lavarli? E in che modo? Su questi temi girano molte “leggende” metropolitane. In quest’articolo, grazie all’aiuto di alcuni esperti, cerchiamo di sfatarle e di capire le regole principali per lavare i denti in modo corretto.

Le regole per lavare i denti in modo corretto

Quante volte bisogna lavarsi i denti? È bene farlo subito dopo i pasti o bisogna aspettare un po’? La bocca va sciacquata sia prima che dopo? Pulire i denti sembra un’operazione banale, quasi ovvia, che tutti fanno fin da bambini. Ma non è così. La maggior parte delle persone, infatti, si prende cura del proprio sorriso in modo sbagliato. Errori alimentati spesso anche da falsi miti e leggende metropolitane, davvero duri a morire. Eppure una corretta igiene dentale è indispensabile per tenere la bocca al riparo da placca e tartaro e quindi da disturbi come le carie o le irritazioni delle gengive. Ecco perché è bene imparare a lavare bene i denti, lasciandosi consigliare e guidare dagli esperti dello Studio Odontoiatrico Puzzilli.

Gli strumenti giusti: dentifricio, spazzolino, filo interdentale e collutorio

Prima di approfondire le tecniche di lavaggio dei denti, una doverosa premessa: buoni risultati dipendono anche dalla scelta degli strumenti giusti. Tre sono quelli indispensabili, per la pulizia della bocca: spazzolino, dentifricio e filo interdentale. Vivamente consigliato è anche l’uso del collutorio. Ovviamente, anche nella scelta degli “attrezzi del mestiere” bisogna fare attenzione. Nel mercato se ne trovano di tutti i tipi, perciò bisogna saper selezionare sulla base della qualità del prodotto ma anche delle proprie esigenze. Per questo è bene farsi consigliare dal proprio dentista di fiducia o dall’igienista dentale.

Come si lavano i denti - Infografica

Quando lavarsi i denti e quante volte al giorno

La prima cruciale domanda a cui è necessario rispondere è: quante volte al giorno bisogna lavarsi i denti? La maggior parte delle guide che si possono trovare online risponde in modo secco e incontrovertibile: 3 volte. Non è sbagliato, ma è una risposta che va motivata. E la motivazione è frutto di un’altra domanda: quando vanno lavati i denti? Qui il responso è altrettanto netto: dopo ogni pasto, cioè colazione, pranzo e cena. Quindi, sintetizzando: i denti vanno lavati dopo ogni pasto, mediamente tre volte al giorno.

Lavarsi i denti appena svegli o dopo colazione?

Alla luce di quanto detto, anche la risposta a questa domanda, molto diffusa, appare chiara: i denti vanno lavati dopo colazione. Infatti, dando per scontato che sono già stati puliti dopo cena, prima di mettersi a letto, spazzolarli nuovamente appena svegli risulterebbe inutile.

Regole igiene dentale

Come spazzolare i denti

Il vero tema dell’igiene orale, però, è come vengono spazzolati i denti. È qui, infatti, che si gioca tutta l’efficacia di questa operazione. Su quale sia la tecnica giusta se ne sentono davvero tante. Cerchiamo di fare chiarezza.

Il metodo migliore prevede che i denti vengano spazzolati sia in direzione orizzontale, cioè da destra verso sinistra, che verticale, cioè dalla gengiva verso la punta. Ogni movimento, inoltre, deve essere ripetuto per circa 2 minuti.

Alcune accortezze particolari: sciacquare la bocca

Chiudiamo questo articolo dedicato al modo corretto di lavarsi i denti con un piccolo consiglio, che serve a proteggere lo smalto. Quest’ultimo, infatti, viene messo a dura prova quando si ingeriscono prodotti acidi. In questi casi, prima di procedere al lavaggio, è bene sciacquare la bocca con un bicchiere d’acqua.

Leggi anche: Come insegnare ai bambini a lavarsi i denti